Apollo sollevato dai giardini di Versailles per il restauro

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

La Fontana del Carro di Apollo è stata sollevata dalla sua base nei sontuosi giardini della Reggia di Versailles martedì prima di un restauro durato 18 mesi della scultura in piombo dorato che celebra il dio greco.

È la prima volta che l’iconica opera d’arte di Jean-Baptiste Tuby viene rimossa dal suo bacino da quando vi fu collocata nel 1671 durante il regno di Luigi XIV, noto anche come il Re Sole.

Finora i lavori di restauro si erano limitati alla sua superficie.
“Apollo ha sofferto l’impatto del tempo”, ha detto a Reuters Jacques Moulin, capo architetto di Versailles.
Le strutture metalliche che per più di tre secoli hanno sostenuto la fontana – composta da 13 statue e del peso di 30 tonnellate – si sono arrugginite e deformate, lasciando la fontana bisognosa di importanti lavori di riparazione, ha spiegato Moulin.

“(Il danno) non è dovuto al piombo ma alle strutture metalliche in ogni scultura.”
“Da vicino si possono vedere chiaramente i danni sulle sculture”, ha detto Catherine Pegard, presidente di Chateau de Versailles, aggiungendo che 10 anni fa il restauro era già considerato urgente.

I lavori di restauro consisteranno nello smontaggio delle statue, con il restauro e la ridoratura delle 13 sculture, mentre il basamento in pietra sarà rinforzato.

“Come sapete, ci stiamo preparando per i Giochi Olimpici di Parigi 2024. E con gli eventi di equitazione che si svolgono qui, avremo il Carro di Apollo, in oro maestoso e sgargiante, come sfondo per quei Giochi”, ha detto Pegard.

LEGGI ANCHE

Ancora un attacco al diritto all’Aborto !

Questo governo vuole insediare le associazioni antiabortiste nei consultori.(con i soldi pubblici  del PNRR)  La loro presenza,spacciata come supporto alle maternità  in difficoltà, rappresenta l’ennesima 

Un “giardino Alzheimer” ai Millefiori

Inizieranno nella seconda metà di maggio, a Novellara, i lavori per la realizzazione di un “giardino Alzheimer” nell’area verde interna della casa protetta “I Millefiori” in via Costituzione. Il