“Ophidian” gaphic novel che fonde i limiti tra il bene e il male e sfida i confini tradizionali della moralità. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

In un mondo dove le linee tra il bene e il male sono state tracciate e insegnate per eoni, un fumetto epico sta per gettare un’ombra di dubbio su ciò che pensiamo di sapere. Il 18 ottobre arriva in libreria, per i tipi di Green Moon ComicsOphidian di Lucio Perrimezzi, l’avventura grafica che sfida le convenzioni e ci spinge a riconsiderare tutto ciò in cui crediamo. 

Seth Frozen è un avvocato senza memoria con un passato enigmatico che vive in un universo misterioso e complesso. Ha ormai smesso di cercare di svelare le sue origini, scopre la sua vera essenza solo con un viaggio attraverso la sua stessa morte: il giovane avvocato è un nephilim di nome Ophidian. Un essere che va oltre le nozioni di bene e male capace di rivelare le contraddizioni nascoste nelle gerarchie celesti, un’abilità scomoda per le Alte Sfere che desiderano la sua morte. Ritrovatosi alla guida di un esercito eterogeneo e riluttante, composto da demoni e angeli emarginati, Ophidian ha un obiettivo audace: sovvertire le regole dell’intero Creato. Tuttavia, ciò che sta per accadere al Paradiso solleva una domanda cruciale: la prossima battaglia avrà davvero un vincitore e un perdente?

Con una storia che scardina i dogmi delle Sacre Scritture, Lucio Perrimezzi esplora l’idea che l’esistenza non sia semplicemente una lotta tra il bianco e il nero, ma che esistano sfumature di grigio in ogni aspetto della vita: nei sentimenti, nei pensieri e nelle azioni. Ophidian incarna tutte queste sfumature, fronteggiando i confini tradizionali della moralità e mostra al lettore una prospettiva completamente nuova. Con i disegni di Francesca Follini e la scelta di un’iconografia classica, Ophidian conduce il lettore in un viaggio epico e straordinario, attraverso il mistero e la filosofia, che getta luce su domande senza risposta e idee nuove e audaci. 

AUTORI

Lucio Perrimezzi Scrittore di fumetti. Nel 2018 pubblica “Stupidomondo”, graphic novel disegnata da Mauro Cao, e nel 2010 “Rockin’ Roads”, con i disegni di Giulia Argnani, lavori entrambi editi da Tunuè. Nel 2009 è tra gli autori di “Futuro Anteriore” (Napoli Comicon, Centro Fumetto Andrea Pazienza). Successivamente continua la pubblicazione di graphic novel, racconti e storie brevi con NPE, la stessa Tunuè, Perfect Trip, Absoluteblack e Passenger Press. Pubblica “Marathon”, adattamento dell’omonimo romanzo di Andrea Frediani, disegnato da Massimiliano Veltri e edito da Newton Compton. È stato docente dei Corsi di Sceneggiatura della Scuola del Fumetto di Cosenza fino al 2019. Dal 2020 è il Direttore Editoriale di Green Moon Comics per la quale pubblica la ristampa a colori de “Il Sesto”, illustrata da Francesca Follini e l’inedito “Astaroth”, del 2022, con i disegni di Wu Xiao Jing.

Francesca Follini Nata a Cremona nel 1984, ha all’attivo numerose pubblicazioni a livello nazionale ed internazionale. Oltre all’attività didattica e fumettistica, lavora come illustratrice, colorista e grafica free-lance. Dopo gli esordi con il Centro Fumetti Adnrea Pazienza, ha collaborato con editori italiani ed esteri come Star Comics, Kleiner Flug, NPE, Èditions Jungle, Delcourt, Soleil, Petit à Petit, Zenescope Entertainment. A fine 2020 pubblica la ristampa a colori del volume “Il Sesto”, scritto da Lucio Perrimezzi.

Fiorella Cogliandro Conclusi gli studi in Lettere a Messina frequenta l’Accademia d’arte a Firenze e inizia a collaborare a progetti scolastici come OpenSpace e Fattore J di Fondazione Mondo Digitale. Realizza illustrazioni e fumetti per editori indipendenti, riviste e

webzine (La Città delle Nuvole, Green Moon Comics, La rivista dei Ragazzi), è content creator per la piattaforma Edudoro di materiali didattici illustrati. Attualmente come illustratrice e colorista nel mondo del fumetto.

DATI

PREZZO: 18,50€ | SOFT COVER | A COLORI | 152 pagine | FORMATO 17×24 cm | 

Casa Editrice: Green Moon Comics

LEGGI ANCHE

Amnesty International Rapporto 2023-2024

Il 28 maggio 1961 il quotidiano inglese The Observer pubblica la lettera aperta, firmata dall’avvocato londinese Peter Benenson intitolata “The Forgotten Prisoners” (I prigionieri dimenticati) che inizia