Presentazione del libro “Trieste, 1974”, 15 settembre a Villorba

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

“Che cosa c’era di onorevole o di eroico nel piazzare una bomba in una scuola? Così, forte e doloroso, dopo aver percorso le mille venature delle pareti e la ragnatela nella sua mente, scoccava il dubbio dentro il giovane Ruggero: che senso aveva far esplodere le bombe, uccidere tante persone innocenti, come era stato fatto a Milano? O terrorizzarle, come si voleva fare ora, qui in città, fra pochi giorni? San Giovanni, la scuola slovena, Maja, la ragazzina che aveva appena conosciuto… La ragnatela dei pensieri rapidamente si infittiva nella mente di Ruggero e la voce del Capitano risuonava sempre più lontana.

Le bombe servivano a spargere il terrore. La gente doveva credere che erano i comunisti e gli anarchici a metterle. Insinuando il sospetto e il terrore nella mente delle persone, si preparava la strada a una svolta autoritaria. L’esercito doveva prendere il controllo, riportare l’ordine nella società…

E l’onore, in tutto questo, dov’era? Dov’erano gli scontri, le battaglie, la guerra? Come si poteva dimostrare il proprio coraggio se non si affrontava il nemico a viso aperto?”

Il brano che avete letto è tratto dal romanzo di Massimiliano Stefani dal titolo Trieste, 1974intenso romanzo storico ambientato a Trieste negli anni Settanta, anni densi di avvenimenti in città, tra cui un attentato alla scuola frequentata dalla minoranza slovena.

Per conoscere meglio le vicende narrate e farsi trasportare in quelle atmosfere segnaliamo l’incontro con l’autore fissato per venerdì 15 settembre a VILLORBA (TV), presso la libreria Lovat, via Newton 32, ore 18,30. Dialoga con l’autore Francesco Antonini.


Titolo: Trieste, 1974. Autore: Massimiliano Stefani. € 16,00 – pag. 256

L’autore

Massimiliano Stefani è nato e vive a Trieste, dove lavora come legale presso un Ente pubblico. Laureato in Giurisprudenza e abilitato alla professione di avvocato, è attento alle tematiche sociali e alle realtà giovanili e ha prestato opera di volontariato presso alcune associazioni della sua città. Nel 2019 ha pubblicato Il bersaglio umano. Storie di bullismo. Questo è il suo secondo libro.

Casa Editrice: infinito edizioni

LEGGI ANCHE

Amnesty International Rapporto 2023-2024

Il 28 maggio 1961 il quotidiano inglese The Observer pubblica la lettera aperta, firmata dall’avvocato londinese Peter Benenson intitolata “The Forgotten Prisoners” (I prigionieri dimenticati) che inizia