Alessandro Della Santunione con “Poco mossi gli altri mari” vince il Premio Berto 2023

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

«A sorprendere più di ogni altra cosa il lettore è il tono di una sospensione, un’atmosfera di incredulità, a cui corrisponde una lingua che semina ironia a ogni riga e chiede al lettore di lasciarsi andare – ha spiegato il presidente della giuria Ernesto Ferrero –. Per tutte queste ragioni la giuria del Premio Berto 2023 ha ritenuto il libro una delle opere più originali degli ultimi anni, e non solo tra quelle d’esordio, decretandone la vittoria all’unanimità».

Questa la motivazione con cui, sabato 23 settembre a Mogliano Veneto, Alessandro Della Santunione è stato proclamato vincitore della XXX edizione del Premio Giuseppe Berto, uno dei più prestigiosi riconoscimenti dedicati alle opere prime di narrativa italiana.

La giuria presieduta da Ernesto Ferrero, è stata composta inoltre da: Cristina Benussi, Università di Trieste, Giuseppe Lupo, scrittore e docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Laura Pariani, scrittrice, Stefano Salis, critico e giornalista del Sole 24 Ore, Emanuele Zinato, Università di Padova.

Il Romanzo

Anche nella planimetria di casa nostra ogni tanto qualcosa spariva oppure veniva sostituito da qualcos’altro, ma ogni volta rimaneva una tenacia di fondo. Una certa aria di famiglia ha sempre dato continuità alle cose”.

Per resistere in un mondo che cambia più velocemente che mai, una famiglia allargatissima vive asserragliata in una casa sola.
Dividono stanze, alzano muri, arredano balconi e soffitte.
La conseguenza non prevista è che non muore più nessuno, e a preoccuparsi è soprattutto l’INPS.
Poi inaspettatamente muore Dio. 
Una nuova voce italiana, dalla pianura emiliana con un romanzo sognante, surreale, poetico.

L’Autore

Da bambino, dopo una gita a Recanati, dichiara che farà il poeta, forse lo scrittore. Si fa regalare una penna stilografica ma il tempo passa e lui fa tutt’altro, legge molto. Abbandona lettere per studi economici ed entra nel mondo del turismo: una disgrazia. Gira il mondo e fa girare l’economia, è tutto un giramento: grande insoddisfazione. Finalmente un giorno si mette a scrivere, scrive un romanzo.
In sogno Leopardi gli dice: “Io te l’avevo detto!”
Questo non trova corrispondenza con dei numeri da giocare al lotto, fa niente.

Casa editrice: Marcos y Marcos

LEGGI ANCHE

Ancora un attacco al diritto all’Aborto !

Questo governo vuole insediare le associazioni antiabortiste nei consultori.(con i soldi pubblici  del PNRR)  La loro presenza,spacciata come supporto alle maternità  in difficoltà, rappresenta l’ennesima 

Un “giardino Alzheimer” ai Millefiori

Inizieranno nella seconda metà di maggio, a Novellara, i lavori per la realizzazione di un “giardino Alzheimer” nell’area verde interna della casa protetta “I Millefiori” in via Costituzione. Il