“Combattere lo Sfruttamento sul Lavoro a Reggio Emilia” Una Priorità per tutti.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Nella corsa alle elezioni comunali, uno dei temi che ritengo più urgenti da affrontare è lo sfruttamento sul lavoro, soprattutto tra i membri delle comunità straniere che molto spesso si trovano coinvolte nelle reti della criminalità organizzata senza conoscere la lingua italiana o i loro diritti legali in questo paese. È una situazione grave che richiede azioni concrete e un impegno incrollabile da parte delle istituzioni e della società nel suo insieme.


Lo sfruttamento sul lavoro è una realtà triste e diffusa, che colpisce anche e soprattutto la classe più vulnerabile, come i lavoratori stranieri che vivono in Italia da molto tempo ed anche i richiedenti Asilo politico presenti sul territorio da poco tempo. Il problema diventa ancora più complesso quando questi individui si trovano in un contesto di isolamento sociale o geografico, come può accadere all’interno di “comunità ghettizzate”.


Le persone coinvolte in queste situazioni spesso subiscono condizioni di lavoro degradanti, salari inadeguati e sono soggette a minacce e coercizioni da parte di chi sfrutta la loro vulnerabilità. La mancanza di conoscenza della lingua e dei diritti dei lavoratori rende difficile per loro difendersi o chiedere aiuto.
Come candidato al consiglio comunale, il mio impegno per combattere lo sfruttamento sul lavoro è di fondamentale importanza. Le istituzioni locali hanno un ruolo cruciale nel proteggere i lavoratori vulnerabili e nel contrastare le reti criminali che li sfruttano. E per raggiungere un risultato in questa faccenda mi impegno in seguenti modi:

Informazione e Consapevolezza: Promuovere programmi educativi e informativi per i nuovi accolti, in modo che comprendano i loro diritti e le leggi sul lavoro in Italia. Questo può includere lezioni sulla lingua e sui diritti del lavoratori.

Sono Chaudhry Sajawal Nadeem candidato per consiglio comunale per SIC Sinistra In Comune.

Rete di Supporto: Creare una rete di supporto e assistenza legale per i lavoratori stranieri che si trovano in situazioni di sfruttamento. Questo potrebbe coinvolgere avvocati, associazioni di volontariato e centri di assistenza sociale.


Politiche Locali: Sostenere politiche locali che promuovano la legalità sul lavoro e il rispetto dei diritti dei lavoratori, con particolare attenzione alle comunità vulnerabili.


Coinvolgere attivamente la comunità locale, comprese le organizzazioni della società civile e le associazioni di immigrati, nel progettare e attuare queste iniziative. Il sostegno della comunità è fondamentale per il successo di qualsiasi programma volto a combattere lo sfruttamento sul lavoro.
Infine, è importante ricordare che la lotta contro lo sfruttamento sul lavoro è una responsabilità collettiva.

di Chaudhry Sajawal Nadeem

LEGGI ANCHE

Amnesty International Rapporto 2023-2024

Il 28 maggio 1961 il quotidiano inglese The Observer pubblica la lettera aperta, firmata dall’avvocato londinese Peter Benenson intitolata “The Forgotten Prisoners” (I prigionieri dimenticati) che inizia