Il servizio meteorologico francese dichiara il 2022 l’anno più caldo mai registrato

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

La Francia quest’anno ha vissuto l’anno più caldo da quando sono iniziate le registrazioni, lo dichiara il servizio meteorologico nazionale del paese, poiché il riscaldamento globale alimenta le temperature a livello globale.

Le condizioni meteorologiche estreme hanno devastato le comunità di tutto il mondo quest’anno, tra cui il caldo soffocante e la siccità in tutta Europa . le temperature estreme hanno appassito i raccolti, provocato incendi boschivi e e la mancanza d-acqua ha ridotto i grandi fiumi a un rivolo.

La Francia ha visto le temperature aumentare ripetutamente in successive ondate di caldo da maggio a ottobre, accompagnate da eventi estremi come incendi in aree come la Bretagna nord-occidentale e dannose ondate di calore marino nel Mediterraneo.

“Tutti i mesi dell’anno sono stati più caldi del normale, tranne gennaio e aprile”, ha dichiarato Meteo France in un comunicato.
Ha stimato che la temperatura media per l’intero anno sarebbe compresa tra 14,2 gradi Celsius e 14,6 gradi C a seconda delle temperature di dicembre. Si tratta di un aumento significativo rispetto al precedente record di 14,07°C registrato nel 2020, e il più alto da quando sono iniziate le registrazioni nel 1990.

Le precipitazioni annuali dovrebbero essere fino al 25% inferiori al normale, con precipitazioni a luglio dell’85% inferiori alla media. L’anno più secco in Francia è stato il 1989, che ha visto un deficit di precipitazioni del 25%.

A livello globale, se le proiezioni per il resto del 2022 sono valide, le Nazioni Unite affermano che ciascuno degli ultimi otto anni sarà più caldo di qualsiasi anno prima del 2015.

La Terra si è riscaldata di oltre 1,1 gradi Celsius dalla fine del XIX secolo, e circa la metà di tale aumento si è verificata negli ultimi 30 anni, ha dichiarato l’Organizzazione meteorologica mondiale in un rapporto di novembre.

I gas serra che rappresentano oltre il 95% del riscaldamento sono tutti a livelli record, ha rilevato lo stato annuale del clima globale dell’OMM.

Nelle Alpi europee, i record di scioglimento dei ghiacciai sono stati infranti nel 2022, con perdite di spessore medie comprese tra tre e oltre quattro metri, le più alte mai registrate.

La Svizzera ha perso più di un terzo del suo volume di ghiacciai dal 2001.

LEGGI ANCHE

Amnesty International Rapporto 2023-2024

Il 28 maggio 1961 il quotidiano inglese The Observer pubblica la lettera aperta, firmata dall’avvocato londinese Peter Benenson intitolata “The Forgotten Prisoners” (I prigionieri dimenticati) che inizia